Il territorio brianzolo e lariano è costellato di montagne sulle cui pendici sono stati costruiti numerosi santuari e cappelle votive. Dall’Oasi di Baggero si può partire per alcuni percorsi di notevole interesse artistico e se volete anche spirituale.

A piedi al Santuario Madonna della Neve sul Monte Cornizzolo

Sulle pendici del monte Cornizzolo sorge il Santuario della Madonna della Neve che si può raggiungere facilmente da Pusiano oppure da Eupilio. Il percorso migliore è quello che parte dalle ex cementerie di Pusiano. Seguendo un sentiero acciottolato di facile percorrenza che porta al santuario, si può ammirare il Lago di Pusiano con l’Isola dei Cipressi. Lungo il sentiero si possono ammirare quindici cappelle al cui interno ci sono dei bassorilievi raffiguranti i misteri del Rosario.

Il santuario vero e proprio risale al XVI secolo quando è attestata una cappella ma l’edificio attuale risale al ‘600 anche se poi è stato oggetto di numerosi restauri. Il santuario si trova su uno spiazzo che funge anche da terrazza panoramica naturale dalla quale si vede non solo il Lago di Pusiano ma anche buona parte dell’Alta Brianza. L’interno della Chiesa un tempo aveva una parete coperta da affreschi ma oggi ne rimangono solo alcune tracce; si può tuttavia notare una Vergine Maria che faceva parte di un affresco più grande raffigurante la scena dell’Annunciazione. Sull’altare in pietra c’è un bassorilievo raffigurante la Madonna con bambino e San Giovannino.

In auto al Sacro Monte di Ossuccio

Il Sacro Monte di Ossuccio è un stato dichiarato patrimonio mondiale dall’UNESCO e si trova a poco più di un’ora di macchina dall’ostello. Il complesso devozionale è composto da quindici cappelle più il Santuario della Madonna del Soccorso e si affaccia sul lago di Como, proprio di fronte alla splendida Isola Comacina. In macchina si può arrivare fino alla quarta cappella, mentre se si vuole fare tutto il percorso a piedi si può parcheggiare presso la prima cappella e da lì iniziare la salita verso il santuario, lunga poco meno di un chilometro.

L’itinerario è inserito in una lussureggiante vegetazione e la strada costeggia coltivazioni di ulivi, che conferisce al complesso una grande armonia fra architettura e paesaggio.

Le forme costruttive variano fra cappelle rettangolari barocche e cappelle a pianta centrale. Una particolarità architettonica sono i portici, che, su sottili colonne, si estendono sulla strada per tutta la larghezza, in modo da creare uno stretto legame tra il percorso e le singole edicole. Durante il tragitto vi sarà facile imbattervi in statue infatti, in tutto il Sacro Monte, ce ne sono ben duecentotrenta, fatte di stucco e di terracotta. L’esperienza di questa escursione sarà bella e particolare, le atmosfere che si respirano invitano alla serenità e alla contemplazione, l’ideale per chi cerca un po’ di tranquillità. Dopo la visita potrete fermarvi al Lido di Ossuccio per concludere la giornata con un gelato o un aperitivo in riva al lago, ammirando la bellezza dei paesaggi che hanno reso il Lago di Como famoso nel mondo.